Soeliok: una storia antica fatta di valori attuali

illustrazione colorata di 4 personagi di Soeliok: Nodfri, Eldur, Eira, Gaman

Se hai già letto il primo libro di Soeliok, “Il respiro della terra”, saprai che all’interno del romanzo si trovano valori e tematiche importanti: la famiglia, la diversità, i confini e le migrazioni, la paura e la conoscenza. E in tutta la trilogia sono concetti che ritorneranno e su cui ruota l’intera vicenda.

Qui vogliamo consigliarti 5 libri che ti faranno riflettere proprio sui valori e le tematiche di Soeliok: scopriamoli insieme!

I valori e le tematiche di Soeliok: 5 libri che ne parlano

Ci piace l’idea di parlarvi dei valori di Soeliok, ma vorremmo farlo attraverso altri libri. Ecco una selezione di cinque validissime opere di letteratura, certamente distanti per genere o stile narrativo, ma in qualche modo affini a Soeliok nelle intenzioni e nei valori più alti.

dizionario nanesco famiglia

1. La famiglia: La piccola biblioteca con le ali

La piccola biblioteca con le ali è un romanzo di David Whitehouse. È un libro che riporta le vicende di un bambino di dodici anni, che sente la mancanza della madre.

Trama

Bobby si sente solo, poiché la sua famiglia non si occupa a sufficienza di lui. Ma cerca di contrastare l’assenza della sua mamma, collezionando ogni indizio che la ricorda. Finché un giorno fa conoscenza con Rosa, una bambina con dei problemi simili ai suoi. La mamma della bimba lavora in una biblioteca ambulante, ed è proprio in questo contesto che Bobby troverà la serenità che gli mancava.

Ci piace perché tratta il tema della famiglia in modo diverso da Soeliok, ma c’è comunque un sentimento di mancanza verso un genitore. Bobby in qualche modo ci ricorda Gaman, che parte alla ricerca dei propri genitori.

2. La conoscenza: L'illusione della conoscenza. Perché non pensiamo mai da soli

Gli scienziati cognitivi Steven Sloman e Philip Fernbach in questo libro trattano il tema della conoscenza per aiutare il lettore a riflettere sul fatto che gli esseri umani hanno sviluppato società e tecnologie molto complesse, ma la maggior parte di noi non sa nemmeno come funziona una penna o una bicicletta. Com’è possibile che si sia ottenuto così tanto nonostante si comprenda così poco? Dimostrano con molta chiarezza che la maggior parte delle nostre decisioni sono prese a colpi di “pressapoco” e che in pratica parliamo quasi soltanto di cose che non conosciamo davvero.

Steven Sloman e Philip Fernbach sostengono che noi sopravviviamo e prosperiamo malgrado le carenze della nostra mente perché viviamo in una ricca comunità della conoscenza. La chiave della nostra intelligenza sta nelle persone e nelle cose intorno a noi. La natura intrinsecamente collettiva della conoscenza spiega perché spesso supponiamo di saperne di più rispetto a quanto effettivamente sappiamo e perché i metodi didattici e di management basati sul singolo individuo spesso falliscono. Ma le nostre menti collaborative ci permettono anche di fare cose incredibili. Questo libro sostiene che il vero genio può essere trovato nei modi in cui creiamo l’intelligenza usando la comunità che ci circonda.

Ci piace perché siamo convinti che solo tramite la conoscenza del mondo gli uomini possano continuare a evolversi senza distruggere ciò che li circonda, ma solo lavorando uniti.

Citazione: "Se la conoscenza può creare dei problemi, non è tramite l'ignoranza che possiamo risolverli" di Isaac Asimov

3. La paura: A tu per tu con la paura

A tu per tu con la paura, vincere le proprie paure per imparare ad amare è un libro scritto a 4 mani da Krishnananda e Amana, secondo cui molti eventi importanti della vita hanno in qualche modo a che fare con la paura e gran parte della crescita interiore matura lavorando proprio sulle paure.

Le paure possono essere molte: la paura di affermare la propria creatività, quella delle perdite, del castigo, delle critiche e dei giudizi, la paura del rifiuto, della solitudine, della sopravvivenza, la paura di esporsi, quella del fallimento o del successo, dell’intimità, del confronto, della rabbia, la paura di perdere il controllo.

La paura è onnipresente e, per quanto cerchiamo di ignorarla, superarla, rimuoverla o negarla, essa esercita un effetto potente e rimane una forza nascosta che può causare ansia cronica, sabotare la nostra creatività, renderci rigidi, sospettosi, e può annullare i nostri sforzi di trovare l’amore.

Se invece facciamo amicizia con la paura, portandola allo scoperto ed esplorandola, essa può diventare una forza di trasformazione, aprendo in noi un abisso di vulnerabilità e autoaccettazione.

Ci piace perché anche in Soeliok la paura è uno dei temi cardine: la paura del diverso, dell’ignoto, di ciò che non si conosce. Solo superandola, possiamo crescere.

Citazione: "La paura é il muro più alto" di Dudley Nichols

4. La diversità: Non chiamarmi Cina

Luigi Ballerini nel 2012 ha pubblicato un libro ora più che mai attuale.

Trama

Antonio, detto Toto, frequenta il quarto anno del liceo scientifico e ha un sogno segreto: diventare calciatore professionista. È un ragazzo come tanti: alcuni amici affezionati, una famiglia attenta, un Mister severo al punto giusto. Qualcosa, o meglio qualcuno, però, sta per fargli scoprire cose nuove su se stesso e sul mondo. È Rossana, milanese di etnia cinese. Una ragazza forte, da sempre alle prese con le difficoltà di chi vive tra due culture, senza sentirsi bene né solo nell’una, né solo nell’altra.

Ci piace perché lo sentiamo molto nostro: per noi la diversità non deve dividere ma unire, non deve spaventare ma incuriosire. E non lo pensiamo solo noi: lo pensano anche i nani di Soeliok, naturalmente!

5. Confini e migrazioni: Senza confini. Le straordinarie storie degli animali migratori

Francesca Buoninconti, nel libro uscito ad aprile 2019, ci parla dei viaggi del mondo animale.

Trama

Il nostro pianeta è attraversato da miliardi di animali in viaggio. Piccoli o grandi, da soli o in gruppo, percorrono decine di migliaia di chilometri in volo, in marcia o a nuoto, affrontando difficoltà e pericoli, su percorsi infidi che spesso costano loro la vita. Migrano i giganti del mondo, le balene; migrano alcune delle creature più leggiadre, le farfalle; e ancora uccelli, mammiferi terrestri e volatori, pesci, anfibi, rettili, insetti di ogni tipo e altri invertebrati, come gli insospettabili granchi. Durante questo viaggio molti subiscono trasformazioni incredibili, altri sono puntuali come orologi svizzeri, altri ancora coprono distanze equivalenti a tre volte il viaggio di andata e ritorno dalla luna. Nel libro ci si chiede come fanno a raggiungere la loro destinazione, come si orientano e come riescono a tornare ogni anno esattamente nel luogo in cui sono nati. Ma soprattutto, perché migrano.

Ci piace perché tratta il tema delle migrazioni animali con una chiave di lettura più ampia e facilmente associabile al mondo degli umani. Ma questi due mondi rimangono sempre legati da quel filo sottile che è la necessità di spostarsi per poter sopravvivere e quindi vivere meglio, in un nuovo luogo.

Un libro di valore

Soeliok e i suoi temi principali

In Soeliok ritroviamo tutti questi valori e tutte queste tematiche anche insieme ad altri argomenti come la scienza, l’architettura, l’astronomia e il viaggio. Perché i nani di Fiòrderik, e in generale gli abitanti delle Terre Popolate, vivono in un contesto in cui riconosciamo tanti aspetti della nostra cultura, che ce li fa sentire ancora più vicini a noi, nonostante siano al di là di quel confine meraviglioso che è l’immaginazione.

Siamo quindi certi che Soeliok appassionerà non solo il lettore amante del fantasy nel senso più ampio del termine, ma anche e soprattutto chi cerca un romanzo al cui interno ci siano tematiche più insolite, meno affini al genere. Argomenti che stimolino la sua riflessione, smuovano (ci auguriamo) le coscienze e regalino anche un momento di evasione, trasportando con la mente là dove un piccolo pallone gonfio di soeliok può far volare una grande nave.

Se ancora non conosci Soeliok e vuoi leggerlo, ti consigliamo per prima cosa di iscriverti alla newsletter: in questo modo avrai accesso ai primi capitoli del web book che potrai leggere o ascoltare direttamente sul sito.

E per acquistare Soeliok, hai a disposizione 2 formati: il libro cartaceo oppure il web book: un nuovo formato digitale che unisce l’ebook e l’audiolibro. (Non sai cos’è? scoprilo qui).
Scegli quello che preferisci: buona lettura o buon ascolto! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi sapere cosa accade nelle Terre Popolate?

Archivi imperiali
registrazione confermata
Leggi e ascolta
i primi 3 capitoli di Soeliok